Partner Zucchetti
Rivenditore Apogeo
770 2017

ELENCO SINTETICO DELLE PIU' RILEVANTI NOVITA'

--- luglio 2017 ---

carattere piu' piccolocarattere piu' grandestampa l'articoloapri il pdf

Esistenza di un unico modello dichiarativo
La principale novità è rappresentata dal fatto che a partire dall’anno d’imposta 2016 l’Agenzia delle Entrate ha unificato nel nuovo modello 770/2017 i precedenti modelli 770/Semplificato e 770/Ordinario.

Termini di presentazione
La dichiarazione dei sostituti di imposta modello 770/2017 deve essere presentata esclusivamente per via telematica entro il 31 luglio 2017.

Invio separato
Nonostante l’unificazione in un solo modello della dichiarazione dei sostituti d’imposta è sempre possibile effettuare l'invio separato per tipologie di ritenute, con modalità di compilazione del frontespizio diversa rispetto al passato.
Dopo aver individuato la tipologia del sostituto, e' necessario compilare la sezione “Redazione della dichiarazione”, ed in particolare la sottosezione “Gestione separata” dove sono presenti le caselle “Dipendente”, “Autonomo” e “Altre ritenute”. Le caselle devono essere compilate solo qualora si intenda trasmettere la dichiarazione in parti separate.
Va precisato che si possono barrare solo una o due delle suddette caselle, ma non tutte e tre contemporaneamente (la barratura di tutte e tre corrisponde di fatto ad una dichiarazione completa).
Si segnala, inoltre, che la casella “Dipendente” e la casella “Autonomo” possono essere barrate solo se il campo “Tipologia Sostituto”, sopra citato, assume il valore 1 o 2, mentre la barratura della casella “Altre Ritenute” e' consentita solo se il campo “Tipologia Sostituto” assume il valore 2 o 3.

Tipologia sostituto
Nel frontespizio del modello, nella sezione “Tipo di dichiarazione”, e' stata introdotta la casella “Tipologia sostituto”. Nella nuova casella, la cui compilazione e' obbligatoria, viene definita la classificazione del sostituto.
E’ utile sottolineare che l’informazione non e' pertinente al tipo di dichiarazione ma bensi' alla tipologia di sostituto.
Cio' premesso, nella casella, bisogna indicare:
  1. Il codice 1, se il sostituto ha operato solo ritenute da lavoro dipendente e/o ritenute da lavoro autonomo (soggetto che fino allo scorso anno era tenuto alla compilazione del modello 770 Semplificato).
  2. Il codice 2, se il sostituto ha operato sia ritenute da lavoro dipendente e/o ritenute da lavoro autonomo sia ritenute da redditi di capitale (soggetto che fino allo scorso anno era tenuto alla compilazione sia del modello 770 Semplificato sia del modello 770 Ordinario).
  3. Il codice 3 se il sostituto ha operato solo ritenute da redditi di capitale (soggetto che fino allo scorso anno era tenuto alla compilazione del modello 770 Ordinario).

PRECISAZIONE: la casella “Tipologia del sostituto” deve essere compilata facendo riferimento alla situazione in cui versa il sostituto d’imposta.
Pertanto in caso di invio separato del 770 da parte di diversi soggetti, ognuno degli invianti (ad esempio, commercialista e consulente del lavoro) deve indicare nella casella “Tipologia del sostituto” lo stesso valore, determinato facendo riferimento alla situazione complessivamente riferibile al sostituto d’imposta.

Composizione del modello ministeriale
Il nuovo modello risulta strutturato come il precedente 770/Ordinario.

Frontespizio
Nella sezione “Firma della dichiarazione” si e' inserito il campo “Casi di non trasmissione dei quadri ST, SV e SX”, da compilare per indicare le situazioni nelle quali il sostituto puo' non allegare i prospetti ST, SV e/o SX al modello 770 (Amministrazioni dello Stato oppure sostituto che non abbia operato ritenute relative al periodo d’imposta 2016).

Quadro DI
Il presente quadro, di nuova istituzione, viene compilato dai soggetti che hanno presentato nel 2016 una o più dichiarazioni integrative oltre il termine per la presentazione della dichiarazione relativa al periodo d’imposta successivo a quello di riferimento della dichiarazione integrativa (ad esempio dichiarazione integrativa 770/2013, relativa al 2012, presentata nel 2016).
L’eventuale maggior credito risultante dalle dichiarazioni oggetto di integrazione a favore, puo' essere utilizzato in compensazione per eseguire il versamento di debiti maturati a partire dal periodo d’imposta successivo a quello in cui e' stata presentata la dichiarazione integrativa.
Ogni maggior credito e' contraddistinto da un codice che identifica il codice tributo da utilizzare in F24 e conseguentemente il rigo/colonna nel quale deve essere indicato nel quadro SX.

Quadro ST
  1. Sezione I – Erario: risultano eliminati i campi “3 – Versamenti crediti recuperati”, “4 - Importi utilizzati a scomputo”, “5 - Utilizzo di versamenti in eccesso” e “12 – Tesoreria”.
  2. Sezione II – Addizionale regionale: risultano eliminati i campi “4 - Importi utilizzati a scomputo”, “5 - Utilizzo di versamenti in eccesso”, “12 – Tesoreria” e “13 - Codice regione”.
  3. Si introduce la nuovaSezione III – Ritenute su redditi di capitale” nella quale devono essere indicati i dati relativi alle ritenute operate e imposte sostitutive applicate su redditi di capitale e altri redditi.
  4. Sezione IV (ex III) – Imposta sostitutiva di cui agli artt. 6 e 7: risultano eliminati i campi “5- Utilizzo di versamenti in eccesso” e “12 – Tesoreria”. La colonna 2 “Ammontare plusvalenze ed altri proventi” viene rinominata in “Ritenute operate”.

Quadro SX
Si modifica in modo significavo a fronte dell’unificazione dei dati del modello dichiarativo.



Magix®: l'integrato per commercialisti
Magix
Magix® e' realizzato da Apogeo gruppo Zucchetti con tecnologia client-server ed e' dotato di un'interfaccia grafica windows semplice ed intuitiva e nu...
Servizio di assistenza all' invio telematico delle dichiarazioni
Entratel
L'invio telematico delle dichiarazioni fiscali necessita di un servizio di assistenza altamente specializzato e capace di risolvere efficacemente e celermente le numerose problematiche che scaturiscono dai controlli che ...
Gestionale 2® Zucchetti per le aziende
Gestionale2
E' il programma ideale per le aziende di piccole e medie dimensioni che devono gestire problematiche, anche complesse, relative a contabilita' generale ed analitica, gestione clienti e fornitori, magazzino, produzione, e...



INFO NORMA  è un servizio gratuito realizzato da Progetti Software Snc distributore autorizzato certificato Apogeo Srl gruppo Zucchetti
Sito ottimizzato con I.E.® 11.x e Google Chrome® 59.0 con ris. 1024x768. Sede legale: via Montecarlo, 1 - 90146 Palermo
Copyright© 2015 Progetti Software Snc. Tutti i diritti riservati. cod.fisc./p.iva/nr. iscr. Uff. Reg. Imprese Palermo 04397650823
Ultimo aggiornamento: 16-10-2017 Tel./Fax 091/6827799