Partner Zucchetti
Rivenditore Apogeo
Dichiarazione annuale iva 2018

Elenco sintetico delle piu' rilevanti novita'

--- aprile 2018 ---

carattere piu' piccolocarattere piu' grandestampa l'articoloapri il pdf

Il modello della dichiarazione annuale IVA 2018 e' stato approvato con Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate n. 10581/2017 del 15/01/2017.
La dichiarazione IVA 2018 deve essere presentata entro 30 aprile 2018.

Quadro VH
A partire da quest’anno il quadro va compilato esclusivamente qualora si intenda inviare, integrare o correggere i dati omessi, incompleti o errati nelle comunicazioni delle liquidazioni periodiche IVA (risoluzione del 28 luglio 2017, n. 104/E).
In caso di compilazione del quadro VH, vanno indicati tutti i dati richiesti, compresi quelli non oggetto di invio, integrazione o correzione.
Nell'ipotesi particolare in cui l'invio, l'integrazione o la correzione comporti la compilazione senza dati del quadro VH (ad esempio, il risultato delle liquidazioni e' pari a zero) occorre comunque barrare la casella “VX” posta in calce al quadro VL nel riquadro “Quadri compilati”.
Sono stati introdotti i righi VH4, VH8, VH12 e VH16 per la separata indicazione delle risultanze delle liquidazioni periodiche trimestrali.
In corrispondenza di tali nuovi righi e' presente la colonna ”Liquidazione anticipata”, da barrare da parte dei contribuenti con liquidazioni miste (mensili e trimestrali) che decidono di compensare le risultante delle liquidazioni trimestrali con quelle dell’ultimo mese del trimestre; la situazione riguarda nello specifico i contribuenti che svolgono piu' attivita' con contabilita' separate ai sensi dell’art. 36, per obbligo di legge o per opzione, i quali, in coincidenza dell’ultimo mese di ciascun trimestre, hanno compensato le risultanze della liquidazione mensile con quella del trimestre nei termini della liquidazione mensile. In tale ipotesi devono indicare nei righi VH3, VH7, VH11 e VH15 un unico l’importo corrispondente alla somma algebrica dei crediti e dei debiti emergenti dalle liquidazioni dei singoli periodi e nel rigo corrispondente al trimestre la cui liquidazione e' stata anticipata devono barrare esclusivamente la casella “Liquidazione anticipata”. Quindi i righi VH4, VH8, VH12 e VH16 sono riferiti ai contribuenti che hanno effettuato le liquidazioni trimestrali per indicare i dati relativi alle liquidazioni periodiche.
Il rigo VH16 non va compilato dai contribuenti di cui all’art. 7 del DPR n. 542/99 (trimestrali per opzione), in quanto l’IVA dovuta (o a credito) per il quarto trimestre da tali soggetti deve essere computata, ai fini del versamento, in sede di dichiarazione annuale.
A margine di ciascun rigo e' stata introdotta la colonna “Subfornitori” che sostituisce il singolo check presente lo scorso anno in corrispondenza del rigo VH14. I soggetti che si sono avvalsi della facolta' di versare trimestralmente l’IVA relativa alle operazioni derivanti da contratti di subfornitura, utilizzando gli appositi codici tributo, devono comprendere l’imposta relativa a tali operazioni nel rigo corrispondente al periodo di liquidazione in cui sono state effettuate, ancorche' il versamento sia stato effettuato con cadenza trimestrale (senza corresponsione di interessi) anziche' mensile, barrando la relativa casella “Subfornitori” (circolare n. 45/E del 18 febbraio 1999).
E’ stata soppressa la colonna “Ravvedimento” che nel modello dello scorso anno proponeva un check in corrispondenza di ogni rigo, da barrare nel caso in cui con riferimento al periodo di liquidazione interessato fossero stati effettuati versamenti in ravvedimento.
In caso di versamento legato a ravvedimento operoso, l’importo deve essere incluso nel rigo VL30 campo 3IVA periodica versata”.
L’importo da indicare nel campo “debiti” di ogni rigo del quadro corrisponde all’IVA dovuta per ciascun periodo, anche se non effettivamente versata.
Qualora l’importo dovuto non superi il limite di 25,82 euro, comprensivo degli interessi dovuti dai contribuenti trimestrali, il versamento non deve essere effettuato ma considerato nella liquidazione periodica immediatamente successiva. Detto importo deve essere, comunque, indicato nel campo “Debiti” del rigo corrispondente al periodo di liquidazione. Cambia quindi la logica rispetto ad IVA 2017, dove il debito inferiore a 25,82 euro non andava indicato in VH.
Nel rigo VH17 occorre riportare l’ammontare dell’acconto dovuto indicato, o che avrebbe dovuto trovare indicazione, nel rigo VP13 del modello di comunicazione delle liquidazioni periodiche IVA.
Per quanto riguarda la compilazione dei righi VH15 (dicembre) e VH16 (quarto trimestre per trimestrali “speciali”), si precisa che deve essere indicato il risultato della relativa liquidazione escludendo l’ammontare dell’acconto eventualmente dovuto. Cambia quindi la logica rispetto ad IVA 2017, in cui nel rigo relativo a dicembre/4^ trimestre doveva essere indicato il risultato della relativa liquidazione comprendendo l’ammontare dell’acconto eventualmente versato.

Quadro VM
Nasce il nuovo quadro VM per l’indicazione dei “Versamenti immatricolazione auto UE”. La somma dei dati esposti nel quadro VM confluisce nel quadro VL.

Quadro VL
Il rigo VL30Ammontare IVA periodica” è stato così ristrutturato:

  1. VL30 campo 2 - IVA periodica dovuta: “...indicare l'ammontare complessivo dell’IVA periodica dovuta; tale importo corrisponde alla somma degli importi dell’IVA da versare indicati, o che avrebbero dovuto trovare indicazione, nella colonna 1 del rigo VP14 del modello di comunicazione delle liquidazioni periodiche IVA relative al 2017. A tale ammontare va sommato anche l’importo dell’acconto dovuto indicato, o che avrebbe dovuto trovare indicazione, nel rigo VP13 del predetto modello...”.
  2. VL30 campo 3 - IVA periodica versata: “...indicare il totale dei versamenti periodici, compresi l’acconto IVA e gli interessi trimestrali, nonché l’imposta versata a seguito di ravvedimento di cui all’art. 13 del d.lgs. n. 472 del 1997, relativi al 2017...”.
  3. VL30 campo 1 - Ammontare IVA periodica: “...indicare il maggiore tra l’importo indicato nel campo 2 e quello indicato nel campo 3...”.

Quadro VO
Introdotto il rigo VO26 per la comunicazione da parte delle imprese minori dell’opzione per la tenuta dei registri IVA senza separata indicazione degli incassi e dei pagamenti (art. 18 c.5 del D.P.R. n. 600/73).



Magix®: l'integrato per commercialisti
Magix
Magix® e' realizzato da Apogeo gruppo Zucchetti con tecnologia client-server ed e' dotato di un'interfaccia grafica windows semplice ed intuitiva e nu...
Servizio di assistenza all' invio telematico delle dichiarazioni
Entratel
L'invio telematico delle dichiarazioni fiscali necessita di un servizio di assistenza altamente specializzato e capace di risolvere efficacemente e celermente le numerose problematiche che scaturiscono dai controlli che ...
Gestionale 2® Zucchetti per le aziende
Gestionale2
E' il programma ideale per le aziende di piccole e medie dimensioni che devono gestire problematiche, anche complesse, relative a contabilita' generale ed analitica, gestione clienti e fornitori, magazzino, produzione, e...



INFO NORMA  è un servizio gratuito realizzato da Progetti Software Snc distributore autorizzato certificato Apogeo Srl gruppo Zucchetti
Sito ottimizzato con I.E.® 11.x e Google Chrome® 59.0 con ris. 1024x768. Sede legale: via Montecarlo, 1 - 90146 Palermo
Copyright© 2015 Progetti Software Snc. Tutti i diritti riservati. cod.fisc./p.iva/nr. iscr. Uff. Reg. Imprese Palermo 04397650823
Ultimo aggiornamento: 16-10-2017 Tel./Fax 091/6827799